Come si Gioca

Il gioco del SuperEnalotto consiste nello scegliere, sull'apposita schedina di gioco, 6 numeri (da 1 a 90) ottenendo così  una combinazione. Ogni combinazione ha il costo di 0,50€ (50 centesimi), e la giocata minima è di 1 euro (2 combinazioni).
È possibile giocare al SuperEnalotto tutti i giorni della settimana, le estrazioni avvengono tutti i martedì, giovedì e sabato dell'anno.

Per ogni estrazione del SuperEnalotto si vince indovinando:

  • 6 numeri
  • 5 numeri + numero jolly (*)
  • 5 numeri
  • 4 numeri
  • 3 numeri

Spesso accade che per diverse estrazioni nessuno totalizzi 6 o 5+1: si viene così a formare il Jackpot, costituito dal montepremi del concorso corrente più la somma dei premi non vinti nelle precedenti estrazioni. Con il 6 si vince l'intero Jackpot se si è i soli ad avere indovinato le sei cifre, altrimenti lo si divide fra tutti i vincitori (così come si divide nel caso di più 5, 4 ecc.).

Per ogni combinazione è inoltre possibile aggiungere l'opzione SuperStar, un numero (da 1 a 90) che si può scegliere da sé oppure farsi assegnare automaticamente al momento della giocata: SuperStar ha un costo ulteriore di 0,50€ (50 centesimi) per ogni combinazione alla quale è associato (es. combinazione minima + SuperStar = 1,50€). Nel caso in cui si decida di aggiungere ad una combinazione un numero SuperStar, ci sarà la possibilità di moltiplicare le vincite realizzate con 5 4 e 3, e vincere anche con 2 1 e 0!

La storia del SuperEnalotto è abbastanza recente.

È stato introdotto per la prima volta in Italia il 3 dicembre 1997 andando a sostituire il vecchio Enalotto, ed è attualmente un gioco a premi gestito da Sisal S.p.A. per conto dello Stato italiano.
Dalla sua nascita e in tempi brevissimi, il Superenalotto ha appassionato milioni di giocatori di ogni età, grazie alla sua semplicità e alla frequenza delle estrazioni, e grazie soprattutto alla possibilità di realizzare vincite miliardarie, sconfinando in alcuni casi anche oltre Italia (il 21 agosto 2009 ad esempio il jackpot arrivò a 146 milioni di euro, e si organizzarono per l'Italia pullman e voli speciali di turisti francesi e tedeschi contagiati dalla "febbre del Superenalotto").